Fudemame in Tokyo

Pensieri, riflessioni, considerazioni sparse di un'italiana in Giappone.

Vivere Tokyo: Di luoghi in cui fiorire

In questi giorni, Tokyo è silenziosa. È l'obon (お盆), che come ogni anno ad agosto la svuota e l'acquieta

Tuttavia, nonostante questa calma apparente, Tokyo rimane la città del lavoro e del business senza tregua, la città che non aspetta e che non teme il cambiamento, che guarda avanti senza mai voltarsi indietro e che nella foga, perde ogni giorno qualcosa: abbonamenti dei treni, chiavi, cellulari, cappelli, vite umane ... 

Eppure, in questo suo essere a volte impietosa, emerge a forza la voglia e il coraggio di vivere. Perché non si può comprendere il profondo valore dell'esistenza finché non si resta da soli con se stessi, il mondo che ci circonda, le sue difficoltà e allo stesso tempo la sua sconfinata meraviglia.
f:id:fudemameintokyo:20180815163800j:plain

Tokyo mi insegna che la vita non è che un giorno e in quel giorno io ho il dovere di trovare tutto quello che mi serve a essere felice. Non c'è da aspettare, ma solo da agire.

Ho così imparato a calibrare il tempo della paura, che c'è come l'ansia, permettendogli di prendere solo il venti e non più l'ottanta per cento del quotidiano. 

Nell'assenza di ciò che è a me noto, il coraggio e la forza di sfidare l'ignoto.

La vita può essere davvero qualcosa di straordinario, se si trova l'appiglio giusto e si lascia che questo ci trascini avanti come un modus vivendi; che ci regali un sorriso in ogni momento.

「生きなければならない理由がある人は、

 どんなに苦しい状況の中でも、

 生きてゆき方法を見出せるのです」

(ikinakerebanaranai riyū ga aru hito wa, donna ni kurushii jōkyō no naka demo, ikiteyuki hōhō wo midaseru no desu)

Una persona che ha una ragione per vivere, qualunque siano le situazioni difficili in cui si trova, riesce a trovare un modo per andare avanti.

In questi anni, Tokyo mi ha fatto tanti piccoli doni che alla fine possono racchiudersi in uno solo: l'amore per l'esistenza, e non solo per quella presente che vivo al suo fianco, ma anche per quello che è stato prima, un passato che mi è caro e che conta tanto quanto adesso il presente.

Perché in fondo ciò che conta non è né il dove, né il quando. È sempre il come a fare la differenza.

Così ...

f:id:fudemameintokyo:20180815163828j:plain

「置かれた場所で咲きなさい」(Okareta basho de sakinasai)

"Sboccia lì, dove sei stato poggiato", dice un libro che viene alle mie mani come mosso dal fato, mentre rimetto a posto l'ufficio. Un libro speciale, che raccoglie il senso del vivere e che trova spazio proprio in questo tempo, proprio in questo preciso qui e ora dell'esistenza.

Non importa esattamente dove nasciamo, ma quello che diventiamo dopo, evolvendoci a contatto con l'ambiente che ci circonda, rispondendo alle circostanze che si presentano man mano che proseguiamo il cammino. E più rispondiamo a queste circostanze, più saremo in grado di trovare il modo giusto per farlo.

Tokyo mi insegna il valore di ogni singolo istante, che se ben speso è destinato a conservarsi in eterno, e con esso mi insegna il valore delle persone che sento vicine.

Perché la distanza dei dove potrà anche raffreddarne il contatto, ma la mente e il cuore potranno sempre eternarne il legame. 

Sboccia lì, dove sei stato guidato dal destino, dunque, perché se sei in quel dove vorrà dire che hai tutte le ragioni e i come per esserci.

Lost Frequencies ft. James Blunt - Melody (Official Music Video) - YouTube

 

Copyright© 2017-2018 Eleonora Blundo. All rights reserved.