Fudemame in Tokyo

Pensieri, riflessioni, considerazioni sparse di un'italiana in Giappone.

Vivere Tokyo: Prendere forma, immaginarsi e poi, di nuovo, sorridere

Osservo il bucato oscillare lentamente oltre la finestra, sotto i raggi di un timido sole, vagamente accennato tra nuvole violacee. Sono quasi le 8:00. Mi guardo intorno, compiaciuta. Il nuovo abitacolo sta sempre più prendendo le sembianz…

Vivere Tokyo: Del partire da zero e imparare a fidarsi

信 di 信じる non è solo un individuo che parla per dire qualcosa, ma piuttosto un individuo che parlando ferisce, perché ...

Vivere Tokyo: "Ricordati di essere forte"

Tokyo mi insegna ogni giorno che incontrare un ostacolo è fondamentale e, come il dolore, ha una funzione adattativa e formativa. Inutile, quindi, affannarsi a evitare l'errore, programmando la vita al dettaglio e cercando di anticipare le…

Vivere Tokyo: Come la fine di un libro

A Tokyo le strade non hanno nomi, ma numeri, ed è praticamente impossibile abituarsi ai singoli luoghi, ché subito scompaiono o mutano. Per questo, questa linea del treno è per me la familiarità che Tokyo mi toglie, non per smacco, ma per …

Vivere Tokyo: Riflessioni d'autunno

Nella solitudine dello spirito, non proprio del corpo, paradossalmente scopro il piacere del vivere. Imparo ad apprezzare la vita per quello che è e per quello che mi offre, cercando di farmi bastare ciò che ho, perché nell'assennata e per…

Vivere Tokyo: Chiedere scusa o dell'acqua torbida

In Giappone, chiedere scusa non è necessariamente un'ammissione di colpa. Ci si scusa perché il disturbo, il fastidio, la sofferenza dell'altro conta più del proprio io che ha agito per se stesso, perdendo di vista il prossimo che lo affia…

Vivere Tokyo: 死ぬこと以外 Il resto non è che una ferita

Oltre la morte, il resto non è che un graffio destinato a sparire o, al massimo, a lasciare una cicatrice.

Vivere Tokyo: Ricordo la gioia

(...) Nei sorrisi e soprattutto nelle lacrime, la gioia sempre presente, a non farmi rimpiangere un solo giorno di questi anni.

Vivere Tokyo: 住めば都 o di mosche dentro a un barattolo

Così Tokyo ha finito per diventare la mia 住み心地 (sumigokochi) ...

Vivere Tokyo: Dell'amore e i suoi luoghi d'ombra

(...) tutto qui a Tokyo ha i suoi luoghi e i suoi tempi, anche l’amore, e l'amore in questi luoghi dedicati ...

Vivere Tokyo: Oltre il contingente, l'essenziale

(...) farcire le nostre giornate con ricordi indelebili e persone non accessorie, ma essenziali alla nostra esistenza. Il materialismo, come tutto ciò che è contingente, è infatti il preludio dell'insoddisfazione (不満 fuman), che è assenz…

Vivere Tokyo: Di luoghi in cui fiorire

Non importa esattamente dove nasciamo, ma quello che diventiamo dopo, evolvendoci a contatto con l'ambiente che ci circonda, rispondendo alle circostanze (...).

Vivere Tokyo: Un regalo per sé

La gioia, penso, è nelle piccole cose e nelle piccole dosi, proprio come quell'incontro inaspettato, quei bambini e i loro origami. (...)

Vivere Tokyo: 立つ鳥、跡を濁さず o dei giapponesi che non lasciano tracce

C'è un rispetto profondo e profuso per tutto ciò che non può definirsi solo nostro e non si prova piacere nel rompere, sporcare, rovinare, offendere oggetti, luoghi e persone. Se accade...

Vivere Tokyo: Natsukashii è la nostalgia

La nostalgia che vive attraverso un ricordo e il ricordo che prende vita attraverso i sensi, al contatto con la realtà, qualunque essa sia. (...)

Vivere Tokyo: La pazienza nell'ironia beffarda

La pazienza giapponese, 我慢 (gaman), è un concetto difficile da comprendere prima, ed esercitare poi, ma una volta che si riesce a coglierne il senso ultimo e profondissimo, ecco che...

Vivere Tokyo: La paura è una scala di rime

(...) perché la paura, comunque la si percepisca, rimane uguale a se stessa: uno stato inusitato del cuore (...)

Vivere Tokyo: Della disperazione e dello sfogo

(...) E mentre la ascolto tacendo, penso a quante vite ci sono là fuori, di cui ignoriamo l'esistenza; a quanto, alle volte, sia disperato il bisogno di essere ascoltati e compatiti, mentre si vomita tutta la sofferenza e la disperazione c…

L'onore di un'intervista

L'intervista di asakusa.it e G. Ferro. Un po' di me, del Giappone e del blog ...

Vivere Tokyo: Di abiti e altre vite

A Tokyo c'è il culto dell'usato e Shimokitazawa ne detiene il primato. (...) Un tripudio di colori e accoppiate assurde, che fanno di quegli indumenti pezzi unici, appartenuti un tempo ad altri. Vite alternative che non ci sarà dato conosc…

Vivere Tokyo: La felicità delle occasioni liete

Felicità in giapponese è shiawase (幸せ) e racchiude in sé la fortuna (幸運, kouun) di un'occasione (運, un) lieta (幸, kou). Ecco, il Giappone è stata la mia occasione lieta, quella per cui sono oggi grata alla vita.

Vivere Tokyo: Perdersi e ritrovarsi

In una realtà come quella tokyota, purtroppo, è facile perdersi perché tutto diventa prioritario a se stessi. (...) Ed è a quel punto che si sente il bisogno di ritrovarsi e riprendere le fila della propria esistenza che...

Vivere Tokyo: Il mese delle mancanze

Marzo, in Giappone, è un po' come dicembre. È il mese a cavallo tra ciò che è stato e ciò che sarà. E l'animo umano diventa improvvisamente blu (...).

Vivere Tokyo: Verde la speranza

Tokyo può presentarmi arcobaleni con la stessa rapidità con cui mi presenta temporali. Sa essere ogni cosa e il suo esatto contrario, e il cambiamento che le è connaturato non lascia spazio, né tempo ad abitudini ed equilibri di stabilirsi…

Vivere Tokyo: Fame d'amore (Parte seconda)

Così il matrimonio diventa un'idea accessibile e un passo disinvolto, che si spoglia della sua parvenza complicata per vestire abiti più sobri e rivelarsi per quello che è poi nella sostanza: un tassello, non più, né meno, importante di qu…

Vivere Tokyo: Del destino e dell'impegno

Un incoraggiamento che vede l'impegno anche nei momenti di apparente disfatta. Un impegno che c'è, anche quando non si percepisce, perché nelle difficoltà non si è più consapevoli di niente e ogni buon augurio rimbomba sordo nell'etere. Co…

Vivere Tokyo: Lo spazio del cuore

La disposizione d’animo, che permette all’altro di dedicarsi al prossimo, di interessarsene e provare empatia ha bisogno di un cuore sereno e tranquillo. Un cuore che abbia abbastanza spazio dentro di sé da sopportare i problemi degli altr…

Ricordi come conchiglie del mare

Ashiya, il paesino che mi ha accolto in questi giorni, è un Giappone che non si immagina. (...) Una desolazione, quella della campagna, che in Giappone non avevo ancora visto, né percepito. E Tokyo, devo ammetterlo, mi è mancata. Mi è manc…

Vivere Tokyo: Di odori che fanno un posto "casa tua"

Ad oggi, la mia vita ha questa forma e questi odori, inconfondibili e familiari. Odori che riconoscerei fra mille e che mi fanno stare bene. Odori che fanno questo posto, questa casa, questo paese, casa mia oggi. E mi faccio bastare questa…

Vivere Tokyo: Obiettivi di vita e vie di salvezza

Obiettivi di vita e vie di salvezza... Di quello che il Giappone è ed è sempre stato per me.

Copyright© 2017-2018 Eleonora Blundo. All rights reserved.